Gli elementi chiave per la tua strategia di Video Marketing

SMS Marketing cos'è e perché usarlo
SMS Marketing cos’è e perché usarlo
23/03/2017
Come attrarre i visitatori sul tuo sito web
Come attrarre i visitatori sul tuo sito web
28/03/2017
Gli elementi chiave per la tua strategia di Video Marketing

Pubblicare dei video sui social offre una maggiore visibilità per il tuo brand o servizio, in questo articolo scoprirai gli elementi chiave per la tua strategia di Video Marketing.

 

Come avrai letto nell’articolo dedicato ai Social Media Video, i video riscuotono sempre più successo da parte degli utenti. Se fino ad ora non ne hai mai realizzato uno, è giunto il momento di iniziare. Ovviamente non basta fare un video e aspettare che gli utenti lo trovino, c’è bisogno di una strategia di Video Marketing che in soldoni significa che: dopo aver pubblicato un video è fondamentale promuoverlo.

 

Obiettivi chiari e precisi

Prima di pubblicare il tuo primo video devi avere ben chiare quali saranno le tue metriche di successo. Quali obiettivi vuoi raggiungere pubblicando dei video?

  • Vuoi aumentare la tua brand awareness? Le metriche da controllare saranno le visualizzazioni e il livello di engagement.
  • Vuoi ottenere più contatti? La tua metrica sarà quella degli opt-in.
  • Vuoi raggiungere più persone? La metrica da tenere sotto controllo sarà il tasso di abbandono.

Ragiona bene su quali saranno i tuoi obiettivi così da non commettere errori di valutazione e di investimento.

 

Tone of voice, stile

Compresi gli obiettivi, è il momento di ragionare sul tone of voice e sullo stile. Fare Video Marketing non è solo “dire delle cose” ma anche “come dirle”.

La cosa migliore è studiare uno stile coerente con il tuo target, con il tuo business e usarlo per tutti i video. Questo aspetto è da definire anche dal punto di vista grafico… devi creare un mood che sia subito riconoscibile e che ti rappresenti.

 

Il famoso “dono della sintesi”

Inutile produrre ore di filmati che gli utenti non desiderano guardare. Secondo questo studio i video più corti sono i migliori, più aumenta la lunghezza dei video più il coinvolgimento scende. Locowise ha analizzato 1.000 pagine Facebook ottenendo come dato che gli utenti visualizzano solo 18,2″ dei video, e che la durata media dei video è di 55,3″.

Ricorda sempre questi dati quando realizzerai la tua strategia di Video Marketing.

 

Il valore della produzione

I primi tempi di YouTube erano fatti di video ripresi con mezzi di fortuna, senza editing. Avere oggi un canale YouTube prevede una qualità pari a quella di uno studio di registrazione.  Gli Youtuber caricano video in HD, utilizzano luci apposite, la qualità audio è eccellente. Non ti sto dicendo di mettere in piedi uno studio di registrazione, ma voglio solo aggiornarti sui requisiti che aiuteranno la tua strategia ad ottenere successo. Se hai un contenuto originale e interessante per il tuo target, perché rovinarlo con un brutto video?

 

Dove caricare i tuoi video

In questo momento hai l’imbarazzo della scelta su dove pubblicare i tuoi video. Se vuoi ottenere brand awareness probabilmente potrai usare YouTube, Facebook, Instagram. Se invece vuoi generare dei lead puoi caricarli sul tuo sito e invitare gli utenti al contatto.

 

Non esiste solo il numero di visualizzazioni

Il numero di visualizzazioni è sicuramente un parametro importante ma non è l’unico da controllare. Esempio, quante persone guardano i tuoi video fino alla fine? Quanti invece lo abbandonano, in quale punto? Quante condivisioni sui social? Che commenti ha ricevuto? Come vedi i parametri da controllare sono diversi e in base ai tuoi obiettivi puoi aggiungerne di nuovi.

 

Promozione dei video

Hai mai sentito parlare della regola 80/20? Significa 20% creazione di un contenuto e 80% di promozione. Questo concetto si può applicare anche ad una strategia di Video Marketing.
Quindi non pensare che pubblicare un video basti per avere visibilità, di seguito le operazioni base da eseguire dopo la pubblicazione di un video:

  • Condivisione del video sui tuoi profili social
  • Inserirlo nel proprio sito/blog all’interno di un articolo
  • Inviare una newsletter

Ovviamente potrai aggiungere una serie di azioni ulteriori come ad esempio sponsorizzarlo a pagamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *